Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

"Il Veneto non ha rinunciato <br/> all'idea di indipendenza"

Referendum

zaia[1].JPG

Luca Zaia

Il presidente della Regione Luca Zaia: “Nonostante il pronunciamento negativo della Consulta noi non abbiamo affatto abbassato la guardia"
“Avere restituito i contributi per l’indizione del referendum sull’indipendenza ai cittadini che avevano versato, non significa aver rinunciato definitivamente all’idea. Era un atto dovuto, soprattutto a fronte delle richieste di restituzione che erano state avanzate”.

Con queste parole il Presidente della Regione, Luca Zaia, commenta l‘approvazione da parte della Giunta della delibera inerente la restituzione del denaro versato da 1.363 cittadini (per un ammontare di 114.914,88 euro, con un versamento medio di 84,31 euro) per la copertura delle spese di indizione e svolgimento del referendum consultivo sull’indipendenza del Veneto, così come previsto dalla Legge regionale 16 del 19 giugno 2014. La legge era sta dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale con sentenza n. 118/2015.

“Nonostante il pronunciamento negativo della Consulta noi non abbiamo affatto abbassato la guardia – ricorda Zaia – abbiamo affidato, infatti, a un pool di costituzionalisti la valutazione e lo studio di nuove azioni, con riferimento anche al quadro giuridico nazionale e internazionale e, in particolare, alla storica contrapposizione fra il governo spagnolo e quello catalano”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy