Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Ex cda Iras in Corte dei Conti “condanna al risarcimento”

83917
E’ la richiesta del procuratore della corte dei conti Giancarlo Di Maio. Si tratta della vicenda dei compensi indebiti dovuti all’ex direttore Bongiorno. Per la procura in cinque devono restituire all’ente 41mila euro.
Per i compensi indebiti versato all’ex manager dell’Iras, il dottor Pasquale Bongiorno, l’ex cda dell’Iras e lo stesso Bongiorno “ devono restituire 41mila euro circa”.


E’ la richiesta del vice procuratore generale della Corte dei Conti Giancarlo Di Maio che ha depositato la richiesta di condanna al risarcimento il 24 maggio scorso.

La difesa di Pasquale Bongiorno, Arnaldo Vallin, Albertino Stocco, Tiziano Stocco e Leda Bonaguro - il primo in qualità di direttore che doveva dare parere negativo alla delibera, e i secondi in qualità di membri del cda - avrà tempo fino a metà luglio (45 giorni) per presentare le memorie difensive.



Dopodiché arriverà la sentenza della Corte dei Conti di Venezia.
Secondo il vice procuratore Di Maio c’è stata “ mancanza di vigilanza da parte del cda”, mentre il direttore Bongiorno “ doveva dare parere negativo a un atto illegittimo”.



Tutto ha avuto inizio in seguito a un esposto alla Corte dei Conti da parte di Fabiano Rizzo, nel giugno del 2016 in qualità di presidente dell’Iras nominato da Bergamin dopo il suo insediamento.



Per il presidente c’erano emolumenti “sospetti” per circa 60mila euro, percepiti durante il mandato del cda presieduto da Albertino Stocco.



Venne depositato nel maggio dello scorso anno dall’avvocato Aldo Guarnieri e dall’avvocato Roberto Falghera sia alla procura della corte dei conti di Venezia e anche alla procura di Rovigo.



Venivano contestati compensi non dovuti e “il riconoscimento di un’indennità di posizione che Bongiorno si era dato per il periodo 2012 e 2015. Indennità di posizione superiore a quella prevista”, si legge nell’esposto.


Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di domani 24 giugno
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy