Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

I fantasmi tornano nell'ex ospedale Maddalena

Ieri la polizia locale ha fatto un blitz nella struttura fatiscente. I residenti denunciano con tanto di foto l’ingresso di persone di sera, da un grande varco.
Dove una volta c’era una lastra che dalle macerie saliva verso una finestra al primo piano, ora c’è una sorta di scala, per entrare meglio.




E più di qualcuno sostiene che dentro l’ex ospedale Maddalena siano ritornati gli occupanti abusivi, che si nascondono in mezzo alle macerie di un rudere in attesa di futuro.




Ieri un residente del quartiere Commenda, ha segnalato alla centrale operativa della polizia la presenza di persone indesiderate nella zona, le ha anche fotografate. Così sul posto sono arrivate due pattuglie della polizia locale comandata da Giovanni Tesoro.




Il varco che da mesi è aperto sul parco dell’ex ospedale è ancora lì, e consente un facile accesso alla struttura fatiscente.




Da qui sono passati anche i vigili urbani, due pattuglie, per un controllo dell’area, che è stata sgomberata più di una volta, sempre in maniera non definitiva.




Almeno così raccontano i residenti del quartiere dove lo scheletro dell’ex ospedale spaventa perché è ancora abitato, saltuariamente da senza tetto.
Gli agenti della polizia locale hanno effettuato il sopralluogo e fatto relazione al comando.




Durante il blitz qualcuno ha sentito chiaro e tondo come un tonfo al primo piano di un’ala della struttura. Per la loro incolumità tutti si sono mantenuti a debita distanza.




Sull’ex ospedale civile insiste un progetto per cui dovrebbero arrivare 13,5 milioni di euro dello stato e il resto del privato che cede la proprietà.



Il servizio completo oggi 6 giugno sulla Voce di Rovigo
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy