Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

"Prima il Consiglio di bacino, poi le tariffe"

Il sindaco di Rovigo sulla questione rifiuti

Consiglio Comunale Massimo Bergamin 4

Massimo Bergamin e Paolo Avezzù

Massimo Bergamin dice che mancano 14 Comuni all'appello per l'adozione della convenzione per l'ente di bacino. "Poi lavoreremo a programmazione e tariffe rifiuti".
Consiglio di bacino, mancano ancora 14 Comuni, ma il s indaco di Rovigo dice: “ Pronti a collaborare”. Poi si potrà lavorare “su investimenti e riduzione delle tariffe”.


Rovigo Massimo Bergamin plaude alla volontà dei 36 Comuni della provincia che hanno deliberato il testo convenzionale del consiglio di bacino rifiuti.

La volontà politico-amministrativa del sindaco di Rovigo, in qualità di Ente coordinatore nominato dalla Regione Veneto, è quella di “collaborare pienamente per addivenire, in tempi brevi, alla completa costituzione del Consiglio di bacino”.


Bergamin specifica che “attendiamo con fiducia di avere notizia dagli altri 14 Comuni che mancano all’appello. Appena avremo indicazione da tutti i Comuni polesani, di concerto, si provvederà alla costituzione del Consiglio di bacino. Da tale risultato si potrà quindi iniziare mettendo in sicurezza l’azienda Ecoambiente, i quasi 300 dipendenti e le relative famiglie”.


E ancora: “Si potrà procedere alla stesura di una programmazione aziendale sul lungo periodo, con la volontà precisa di raggiungere una rimodulazione positiva delle tariffe sui rifiuti”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy