Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Zanzare, comincia la grande invasione

Il Comune di Rovigo stanzia 10mila euro, ma basteranno?

Con l'arrivo del caldo tornano le terribili zanzare. Erba alta, fontane malfunzionanti e aree incolte facilitano la proliferazione. Il Comune prova a correre ai ripari.
Caldo e qualche goccia di pioggia. E magari erba alta e umidità.


Tutte condizioni che a Rovigo, negli ultimi giorni, si sono verificate. Condizioni ideali per la proliferazione delle tanto odiate zanzare.


Da qualche giorno la protagonista indiscussa, e meno amata, dell’estate, ha fatto la sua comparsa in grande stile a Rovigo. E il Comune corre ai ripari, o almeno ci prova perché le risorse sono sempre limitate e gli spazi pubblici da coprire tantissimi.


“Intanto - spiega l’assessore al bilancio Susanna Garbo - nei giorni scorsi è stata deliberata la destinazione di 10mila euro da utilizzare per gli interventi più urgenti”. 10mila euro per la disinfestazione della città, però sembrano davvero poca cosa rispetto alla moltitudine di zanzare che solitamente si abbattono sui rodigini nelle serate, e nelle giornate estive. Ma l’assessore Garbo si affretta a precisare che “ si tratta solo del primo step".


Dopo la destinazione dell’avanzo di bilancio saranno messe a disposizione altre risorse”. Per questa seconda sfornata di soldi antizanzare, quindi occorrerà attendere la fine di maggio, e probabilmente le prime settimane di giugno, proprio quando le zanzare a quel punto avranno già popolato parchi, giardini, cortili e... braccia, caviglie e colli di tanti rodigini. In questi giorni, inoltre, il Comune potrebbe emanare una ordinanza per ribadire i comportamenti antizanzare che devono essere tenuti da parte dei privati.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy