Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

"Continuerò a vivere per te", lo straziante addio a Michele Cavallaro

73259
Oggi l’ultimo addio a Michele Cavallaro, 19enne morto sul lavoro. Le parole della sorella: “Michi, ci hai insegnato ad amare”. Il silenzio di tutto il paese.
“Continuerò a vivere per te, caro Michi, continueremo ad amare come sapevi fare tu”. Con la voce spezzata dalla commozione la sorella Valentina porta l'ultimo saluto a Michele Cavallaro, morto sul lavoro ad appena 19 anni alla 24-7 srl di Ceregnano, il 22 febbraio scorso.



La chiesa di Stanghella gremita di amici, parenti e tanta gente che ha voluto rendere omaggio a Michele, per tutti un ragazzo dal cuore d'oro, strappato troppo presto ad una vita carica di promesse.



Intenso il ricordo che ha voluto lasciare il parroco don Francesco Lucchini nell'omelia. “Adesso vorremmo riportare indietro le lancette dell'orologio a quel 22 febbraio. Era un mercoledì e, dopo il lavoro, Michele avrebbe rivisto mamma Brunilde, tornata a casa dopo il ricovero in ospedale per un intervento. Invece è successo quel che mai e poi mai dovrebbe accadere. Quanto vorremmo aver potuto fermare il tempo".



Il paese ha accolto il corteo funebre arrivato dall'ospedale di Rovigo con un silenzio davvero carico di dolore. Un lungo applauso ha accompagnato il feretro di Michele all'uscita della chiesa sulle note di "Guerriero" di Marco Mengoni.



Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di domani 5 marzo
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy