Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Svaligiava le case insieme a una bimba, rom condannata a 10 mesi

La sentenza

70658
Stamattina la condanna del giudice per la giovane ladra che aveva scassinato l'abitazione di un'anziana. Dopo l'arresto l'obbligo di firma perché era incinta. Ma adesso dovrà scontare la pena in carcere.
Sentenza amara per Anna Stojanovic la giovane rom che il 6 dicembre del 2015 aveva scassinato l'abitazione di un'anziana signora in via Benvenuto Tisi da Garofolo, a Rovigo.



Per la 20enne stamattina è arrivata la condanna del giudice Laura Contini a 10 mesi di reclusione, una pena che, vista la fedina penale ricca di precedenti per furti e altri reati contro il patrimonio, la donna dovrà scontare in carcere.



La giovane rom con il vizio del furto era stata incastrata grazie alla fotografia scattata coraggiosamente dall' anziana vittima del furto, che, rientrando nella sua abitazione si era trovata faccia a faccia con la malvivente e con una sua complice, di appena dieci anni all'epoca dei fatti.



La giovane era finita in manette, ma, essendo incinta era stata sottoposta all' obbligo di firma in questura, anziché alla detenzione in carcere. Stavolta invece niente potrà evitarle un bel po' di mesi dietro le sbarre.



Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy