Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Ecoambiente, inizia la nuova era. Senza Romanello

Società partecipate

ecoambiente[1].JPG

La sede di Ecoambiente

Venerdì 23 dicembre il cda toglierà le deleghe al direttore generale. E i sindaci rilanciano: fusione con il consorzio e proroga oltre il 2020.
Ad Ecoambiente inizia la nuova era. Oggi, venerdì 23 dicembre il nuovo cda della società si riunirà per iniziare a dare attuazione al programma che gli è stato affidato da comune di Rovigo e Consorzio Rsu.



Tra le delibere, la revoca dell’incarico da direttore generale a Giuseppe Romanello. Uno dei punti che sono entrati a far parte dell’accordo e che vengono ritenuti irrinunciabili.



Ma non basta. Il gruppo dei 34 rilancia. E traccia, in un corposo documento diffuso da Davide Diegoli, il programma per il futuro dell’azienda. Due i pilastri fondamentali: fusione con il Consorzio rifiuti, per aumentare il peso specifico dei comuni nell'azienda, e prolungamento della vita della società oltre il 2020, attuale data di scadenza. Per Ecoambiente, insomma, inizia davvero una nuova vita. Servizio sulla Voce in edicola venerdì 23 dicembre

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy