Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Sassi in mezzo alla strada, due cause per 70mila euro

Tribunale

Incidenti al Censer e sulla ciclabile Lubich. Le vittime chiedono un risarcimento a palazzo Nodari.
Altra buca, altra caduta. E altra ondata di risarcimenti chiesti al comune. Gli ultimi due arrivati sulla scrivania dell’avvocato Maurizio Molinari di Padova, legale di fiducia di Ariscom, la compagnia con cui è assicurato il comune di Rovigo, sommano assieme 70mila euro di danni richiesti.



Le due cause, che sbarcheranno in tribunale nel prossimo ottobre, risalgono, rispettivamente, al 2012 e al 2014. La più vecchia ha per protagonista una donna, che oggi ha 49 anni, caduta nella zona della fiera campionaria. La donna denuncia di essere inciampata su un masso riportando traumi contusivi al ginocchio, all’anca, e alla caviglia.



Passiamo al 2014. Il 26 aprile, un cittadino extracomunitario, che oggi ha 57 anni, stava percorrendo la ciclabile che congiunge la stazione ferroviaria al Censer. Ad un certo punto, l’uomo lamenta di essersi imbattuto in un sasso posto in mezzo alla carreggiata. Per schivarlo, avrebbe fatto una manovra brusca rovinando a terra. Diagnosi: trauma cranico e ferite facciali.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy