Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Beccato il responsabile del colpo alla casetta rossoblù

Sicurezza

casetta rossobl˘.JPG

La Casetta Rossoblù di via Alfieri a Rovigo

Si tratta di un 15enne, fermato dalla polizia nella zona del Maddalena.
I poliziotti di Rovigo hanno completato l’opera ed hanno recuperato anche il tablet che era stato rubato nel corso del raid vandalico alla casetta rossoblù. Ed hanno individuato i probabili autori del furto. Si tratta di quella che viene definita una baby gang, una banda di minorenni scatenati.

Denunciato per il colpo della scorsa settimana un 15enne romeno, già ritenuto responsabile di altri furti commessi in città e in altre località. Secondo i primi risultati delle indagini sarebbe lui il leader della banda di ragazzini. Per il furto alla casetta però avrebbe le ore contate anche un complice del 15enne, un ragazzino italiano il cui ruolo è ancora da chiarire.


Anche il tablet, come già il televisore, è stato ritrovato dagli uomini della questura nell’ area del parco Maddalena. Pure questo computer era stato occultato, o forse abbandonato, sotto cespugli e rovi dagli autori dai furti commessi all’interno della casetta.


Tutti i dettagli sulla Voce in edicola il 27 luglio
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy