Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Il leader animalista assolto <br/> per le minacce a Federcaccia

Rovigo

Tribunale allarme Bomba 1

Il tribunale di Rovigo

Era accusato di aver imbrattato la sede di Federcaccia di Rovigo e di aver minacciato di morte i cacciatori. Nella mattinata del 5 maggio Paolo Mocavero, leader di 100% Animalisti è stato "scortato" in tribunale dal gatto Rossini, mascotte del centro città, e assolto dal giudice.
Il tribunale di Rovigo ha assolto Paolo Mocavero, militante in Centopercentoanimalisti, dal reato di deturpamento e imbrattamento di bene immobile e dall’accusa di minaccia.


Secondo l’accusa, nel novembre del 2010 e nel febbraio del 2011, l’animalista aveva imbrattato i muri della sede di Federcaccia di Rovigo con minacce di morte. Non solo avrebbe affisso sulla stessa sede striscioni e manifesti dal contenuto intimidatorio.



Stamattina, 5 maggio, il giudice Alessandra Martinelli ha assolto il militante, assistito dall’avvocato Marco Cinetto del foro di Padova e da Marco Destro del foro di Venezia. Il pm Andrea Bergo aveva chiesto una condanna a 3 mesi e a tremila euro di multa.



La cosa singolare, sicuramente notata dall’imputato, è che il gatto Rossini, mascotte del centro, ha seguito il leader di Centopercentoanimalisti fino al suo ingresso in tribunale. Gli avrà sicuramente portato fortuna.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy