Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Ex manicomio, tanti progetti <br/> ma ancora nulla di realizzato

47723
Molti i progetti per riqualificare l'ex manicomio di Granzette, ma nessuno ha mai visto la luce.
ROVIGO - Centro di ricerca e cura dei tumori, città dei servizi, cittadella dello sport, abitazioni con biblioteca, uffici e parco e Cpt (Centro permanenza temporanea).

Avrebbe dovuto essere tutto questo l’ex ospedale psichiatrico di Granzette secondo le proposte ed i proclami elettorali dal 1997 ad oggi. Nella pratica, però, oggi è solo un enorme parco con enormi padiglioni abbandonati e dismessi, rifugio di qualche sbandato e luogo di culto per fotografi e ragazzini curiosi.

Qualche tentativo, però, è stato fatto dalle amministrazioni passate: “Quando ero sindaco - spiega Paolo Avezzù, oggi presidente del consiglio comunale - avevamo inserito l’area intorno all’ex manicomio in uno Stu, ovvero Società di trasformazione urbana, per poterla riqualificare e creare una cittadella dello sport. Il progetto era stato approvato dal ministero, che aveva creato i bandi e messo a disposizione le risorse e se si fosse ottenuto l’ok dell’Ulss, proprietaria dell’area, l’ex manicomio sarebbe stato inserito nel progetto”.

Se i soldi arrivavano da Roma e il progetto c’era, come mai nulla si è fatto? La risposta è fin troppo semplice: “Il mio mandato è scaduto - afferma Avezzù - ed evidentemente chi è venuto dopo non se n’è occupato”.

Più o meno ciò che è accaduto poco più di un anno fa, quando l’amministrazione in carica era quella di Bruno Piva.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy