Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Controlli alla movida rodigina <br/>nessuna multa dopo l'estate

Il bilancio

46721
Nessuna multa da parte della Polizia locale di Rovigo a locali o fiere e sagre di Rovigo e del circondario, segno che le regole sono state rispettate.
ROVIGO - Nessun verbale, nessuna sanzione, tutti in regola. Sta per terminare l’estate, bar e locali sparano le ultime cartucce in tema di eventi e concerti all’aperto. Si organizzano le ultime sagre. Ma è già tempo di un primo bilancio per quel che riguarda il rispetto di norme e prescrizioni. Una estate contrassegnata, a Rovigo, da una lunga serie di controlli e blitz di polizia locale e forze dell’ordine per verificare l’effettivo rispetto della normativa. E il bilancio evidenzia uno zero alla voce multe e sanzioni.

“Nessuna volontà di perseguitare - specifica il comandante della polizia municipale Giovanni Tesoro - ma l’esigenza di fare in modo che tutte le prescrizioni fossero rispettate. Abbiamo effettuato numerose verifiche, ma finalizzate a garantire che le condizioni di sicurezza fossero certe. Più di qualche gestore mi ha detto che prima non era così. Ma a me non interessa il passato, ma che da ora in avanti le regole siano chiare e rispettate ovunque”.

Ed è anche per questo che i controlli dei vigili urbani si sono concentrati anche sulle sagre: “Abbiamo spiegato alle associazioni e agli organizzatori che la normativa di sicurezza non doveva affatto essere trascurata. Non ci dovevano essere stand o capannoni perfettamente a norma, come pure la parte delle cucine, e tutti gli adempimenti fiscali e burocratici. Io ho avvisato che chi non si sarebbe messo in regola avrebbe avuto conseguenze”.

Evidentemente l’ultimatum ha avuto effetto perché “non abbiamo comminato multe. E non essendo state rinviate feste e sagre significa che tutti si sono messi in regola. Non sono state negate licenze”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy