Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Vogliono soldi per lavare l'offesa <br/> denunciati per estorsione

41797

I carabinieri

Si sentono denigrati da un 31enne: lo minacciano e si fanno dare alcune migliaia di euro
Si erano sentiti offesi e, a loro parere, l’unico modo per poter perdonare chi li aveva denigrati era quello di farlo pagare. E non poco: alcune migliaia di euro come forma di “risarcimento”. Se l’uomo, la loro vittima, non lo avesse fatto, avrebbe subìto delle conseguenze. La disavventura è capitata ad un 31enne rodigino, vittima del comportamento, a suo dire, da parte dei due stranieri, che sono stati denunciati per estorsione dagli uomini del nucleo operativo della compagnia dei carabinieri di Rovigo.
I fatti, secondo l’accusa formulata dagli inquirenti, sono avvenuti nel territorio della Bassa Padovana, precisamente nella zona di Monselice, lo scorso aprile. A realizzare l’estorsione, sarebbero stati un albanese di 27 anni e un marocchino di 19 anni, regolarmente residenti in provincia di Padova. Secondo quanto i due hanno riferito, il tutto sarebbe nato a seguito di un sinistro stradale che avevano subìto e, a seguito del quale, il 31enne si sarebbe lasciato andare a commenti denigratori nei loro confronti. Ma per l’accusa, a seguito di ciò, i due lo affrontavano, obbligandolo a consegnargli alcune migliaia di euro per poter lavare quell’offesa, dicendogli che altrimenti gliela avrebbero fatta pagare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy