Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Giunta, ecco le nomine <br/> ma una carta resta coperta

bergami[1].JPG

Massimo Bergamin

Il sindaco ha firmato la nomina di sei assessori: manca ancora una donna. Lavori pubblici a Saccardin, Brusaferro si prende il bilancio, mentre Bergamin tiene per sè società partecipate, vigili e sicurezza.
Giunta fatta, con riserva. Il sindaco Massimo Bergamin poco dopo l’ora di pranzo, ha firmato la nomina degli assessori. Sei, con una postilla: la giunta, sarà fissata a sette. Il nome mancante verrà nominato “in tempi brevi". Per il resto nessuna sorpresa: tutte confermate le “indiscrezioni” della vigilia.

Ezio Conchi (Forza Italia, 59 anni, nato a Trecenta) terrà le deleghe a frazioni, servizi demografici, statistica, sistemi informativi, Protezione civile, attuazione del programma, istruzione e politiche giovanili. A Roberta Ravenni (Lega, 52 anni, nata a Colle di Val d’Elsa, provincia di Siena) ubranistica, ambiente, ecologia e politiche sanitarie. Per Andrea Donzelli (52 anni, nato a Modena) sport, cultura e università. A Beatrice Di Meo (Area Popolare, 65 anni, nata a Sessa Aurunca, provincia di Caserta) competenze su sociale, politiche per la famiglia, politiche per la casa, sussidiarietà, associazionismo, pari opportunità e volontariato. A Michele Brusaferro (Obiettivo Rovigo, 52 anni, nato a Bosaro) bilancio, tributi, commercio, mobilità, trasporti, viabilità, parcheggi, turismo, eventi e manifestazioni. Gianni Saccardin (Presenza Cristiana, 68 anni, nato a Rovigo) ci sono invece lavori pubblici, manutenzioni, decoro, patrimonio, servizio elettorale, rapporti con il Consiglio e personale. Il sindaco ha tenuto per sè le competenze su società partecipate, sicurezza, polizia locale, comunicazione, Urp e affari generali.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy