Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Forza Italia bloccata dai veti <br/> alleanze ancora in alto mare

34759

Ezio Conchi e Bartolomeo Amidei

Forza Italia ancora al palo per l'individuazione del candidato sindaco per le Comunali
ROVIGO - Il candidato sindaco di Rovigo per il centrodestra lo decideranno Berlusconi e Salvini. E’ una paradosso, certo, ma nemmeno poi tanto. Il fatto è che il centrodestra rodigino è in uno stallo senza precedenti, da settimane si susseguono summit, vertici, tutti dichiarano di dialogare con tutti, ma il nome di chi sfiderà il centrosinistra per conquistare la poltrona di sindaco ancora non c’è.

Forza Italia, in particolare, è al palo, bloccata da una serie di veti e controveti interni che obbliga i vertici del partito a cercare nomi fuori dalla cerchia degli scritti. Una margherita che petalo dopo petalo sembra bruciare ogni possibile candidato. Perché c’è sempre qualcuno che storce il naso. E così i nomi di Folchini, Medea, Marangon, e poi Gian Michele Gambato, sono usciti e poi rientrati. Nessuno che vada a bene a tutti.


I due leader del partito, Bartolomeo Amidei, coordinatore provinciale ed Ezio Conchi, coordinatore comunale, da tempo si sono spesi sul nome di Gianni Antonio Saccardin, di Moderati di centro e Presenza Cristiana. Un nome gradito anche al gruppo dei tosiani, guidati dalla senatrice Emanuela Munerato. In questa logica di possibile alleanza, però resterebbe fuori la Lega, vicina ad un accordo a livello regionale con Fi per il sostegno a Luca Zaia. Ed è proprio per questo, allora, che si torna a bomba, ossia a Berlusconi-Salvini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy