Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Aviaria a Porto Viro: 36mila polli abbattuti. E un nuovo caso sospetto

L'allarme

Azienda Agricola Belpo Via Cornera Porto Viro 15

Azienda Agricola Belpo Via Cornera Porto Viro 10

Il virus è arrivato in Polesine. Tutto il Delta sotto stretta osservazione. Ma si teme che l'infezione abbia colpito anche a Villanova del Ghebbo.
Trentaseimila polli abbattuti. Una zona rossa che si estende per tutto il Delta del Po. E un nuovo caso sospetto, questa volta nel Medio Polesine, a due passi da Rovigo.



L'aviaria è arrivata in Polesine. E il virus, a quanto pare, potrebbe aver colpito in zone diverse della provincia.



I ceppi H5N8 e HPAI (comunque non pericolosi per l'uomo) sono stati riscontrati nell’azienda agricola Bel.Po. a Ca’ Cornera di Porto Viro. E hanno reso necessario, nella mattinata di giovedì 26 gennaio, l'abbattimento di 36mila capi.



Oltre a questo, la Regione ha stabilito una zona "rossa", di protezione, e un'altra di sorveglianza, in cui ricade di fatto tutto il Delta del Po.



Ma non è finita. Perché a Villanova del Ghebbo, sempre nella giornata di giovedì 26, i veterinari dell'Ulss hanno fatto 80 prelievi su altrettante galline ovaiole, allevate in uno stabilimento, funzionalmente collegato a quello di Mira, in cui è stato riscontrato il virus.



I risultati sono attesi per venerdì 27 gennaio, giornata in cui si capirà se l'aviaria è arrivata anche qui. E se sarà necessario stabilire una nuova zona di protezione, nel cuore del Polesine.



Il servizio completo sulla Voce in edicola venerdì 27 gennaio.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy