Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

In corteo contro l'arrivo di profughi <br/> oltre 200 davanti a Corte Romana

La vicenda di Frassinelle

45099
Oltre 200 persone hanno manifestato sabato mattina a Frassinelle per ribadire il loro 'no' all'arrivo di altri profughi.
FRASSINELLE POLESINE - Nemmeno il sole della prima settimana di agosto è riuscito a fermare la determinazione delle oltre duecento persone che si sono radunate sabato pomeriggio davanti alla chiesa della frazione di Frassinelle Chiesa, per poi disporsi in un ordinato e composto corteo che ha raggiunto via Romana e si è fermato davanti ai 28 appartamenti divisi in due palazzine, realizzati per alloggiare i manager dell’Ikea che pareva si insediasse in questa zona, destinati invece ad accogliere un centinaio di profughi.

L’idea di questi arrivi non ha certo entusiasmato i cittadini del piccolo comune polesano che organizzati in un movimento spontaneo guidato da Eraldo Menegato hanno manifestato fermamente il loro “No” all’arrivo di questi profughi, chiedendo supporto ai militanti di Forza Nuova che non si sono certo fatti pregare. “Siamo qui oggi, tutti insieme ad esercitare il nostro innegabile diritto di manifestare contro l’arrivo dei clandestini presso questa struttura – afferma al megafono una delle coordinatrici del movimento spontaneo – E’ un nostro diritto manifestare il nostro dissenso quando le istituzioni ci lasciano senza risposte; la mancanza di informazione crea ignoranza e questa si può incanalare nelle forme di protesta più incontrollate, come gli atti di vandalismo che noi condanniamo”. Nessun disordine: corteo, dichiarazioni e la promessa scambiata di non abbassare la guardia sulla questione.

Presente alla manifestazione anche l’assessore regionale Cristiano Corazzari, particolarmente sensibile alla questione, ha portato il suo sostegno ai cittadini pur senza intervenire direttamente.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy