Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Ulss 5 Polesana

Alzheimer, fare rete "Ora"

Il convegno di Ulss 5 per approfondire la malattia che colpisce la memoria

ROVIGO - "Ora" è il progetto Alzheimer, Orientamento Rete Ascolto un rinnovo nel nome per creare una rete di supporto ai caregiver e al nucleo familiare. L'azienda sanitaria Ulss 5 ha presentato questa mattina il Progetto Alzheimer, fare rete per dare supporto a chi soffre di demenza.

Un progetto importante rivolto non solo ai pazienti, appunto. "L'Alzheimer è una patologia molto diffusa - afferma la dottoressa Marilena Martucci, direttore del dipartimento di Salute Mentale - che si stima avrà un incremento circa del 60% nel 2040. Per questo motivo, è fondamentale una diagnosi precoce non solo per rallentare la malattia, perché non possiamo parlare di guarigione, ma perché attraverso l'informazione e la conoscenza di ciò a cui si va incontro, possiamo donare ai pazienti e ai loro familiari un livello di vita migliore, un maggiore controllo sui sintomi nonché un miglioramento nella convivenza con essi".

"Rivolgetevi al medico di base per una diagnosi preventiva e sarà lui ad indicare il percorso da seguire", l'appello della dottoressa. 

Il convegno è inserito nella più ampia visione del "Progetto Alzheimer" promosso e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e dall’Azienda Ulss 5.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy