Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Rovigo

A pedali per dire no alla mafia

L’evento organizzato dal Sap a 30 anni dall’uccisione di Falcone e Borsellino

ROVIGO - Una lunga pedalata, sotto il sole di maggio, con partenza dalla questura di Rovigo, per dire: loro non vinceranno mai, anzi, hanno già perso. Uccidendo hanno pensato di vincere, ma avevano già perso.

Sono passati 30 anni da quando vennero uccisi i magistrati antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e, allora, il tradizionale Memorial Day, la manifestazione organizzata dal Sindacato autonomo di polizia, per ricordare i caduti per la legalità e, soprattutto, l'idea per la quale hanno dato la vita, assume una valenza particolare.

In Veneto, in particolare, è stata organizzata una staffetta a pedali che da Treviso porterà a Bologna. Oggi, lunedì 16 maggio, i ciclisti del Sap sono arrivati in questura e, alla presenza delle massime autorità cittadine, hanno deposto una corona al monumento ai caduti in servizio.

Poi, un tramezzino e un bottiglietta d'acqua al bar ed è già stato il momento di ripartire, per una lunga tappa con epilogo per nulla facile: la famigerata salita del santuario San Luca di Rovigo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy