24/05/2022

Rovigo

Rovigo città delle rose apre i suoi giardini

Sabato 21 e domenica 22 maggio la prima edizione del festival promosso da Tumbo e Fondazione Cariparo

12/05/2022 - 19:50

ROVIGO - Giardini fioriti, corti nascoste, inaspettati roseti costituiscono un patrimonio cittadino spesso nascosto dietro portoni chiusi o spazi inaccessibili. Sabato 21 e domenica 22 maggio, questo patrimonio sarà eccezionalmente a disposizione della collettività grazie a “Città delle Rose”, il primo festival dei giardini aperti di Rovigo.

Il progetto è realizzato dall’associazione Tumbo, realizzato con il contributo della Fondazione Cariparo nell’ambito del bando Culturalmente 2020, in partneship con il Comune di Rovigo e con altri diversi partner tra cui scuole e altre associazioni del territorio.

Con oltre 30 giardini da visitare e un fitto programma di eventi e iniziative da raggiungere a piedi o in bici, Città delle Rose permetterà, per un intero weekend, di riscoprire il centro della città attraverso i suoi spazi verdi; la storia di ogni giardino, i dettagli botanici, gli aneddoti di chi se ne prende cura, la dedizione dei proprietari, sono fili che si intrecciano e che vanno a tessere una trama inedita ed affascinante della nostra città.

La presentazione dell’evento è avvenuta nella mattina di ieri, nella sala Flumina del museo dei Grandi Fiumi, alla presenza dell’assessore alle politiche ambientali Dina Merlo: “E’ un progetto che nasce un anno fa, atto ad incentivare l’attenzione verso i giardini privati e la loro importanza. Abbiamo trovato grande sensibilità e attenzione da parte dei cittadini, costruendo anche insieme alle scuole della città un tessuto di volontari che sono il fiore all’occhiello di questa iniziativa. La cura dei giardini pubblici e l’implementazione del verde urbano è uno dei punti cardine”.

Successivamente ha preso la parola Michele Ghirardini della Fondazione Cariparo: “Quest’anno la Fondazione ha celebrato i 30 anni dalla sua nascita e tra le linee di indirizzo strategico rientra anche la promozione attività culturali, il bando culturalmente viaggia proprio su questo percorso. Un segnale di come la cultura venga ritenuta di grande importanza per la Fondazione, essa migliora la vita delle persone e crea anche posti di lavoro. La Fondazione crede nel fare rete per supportare quanto è già esistente ma anche per sviluppare qualcosa di nuovo”.

Infine, Enrica Crivellaro dell’associazione Tumbo ha snocciolato il calendario ricco di eventi nelle due giornate del festival “Città delle Rose”. Nelle due giornate dedicate al festival dei giardini aperti, gli spazi saranno aperti dalle 14.30 alle 19 e ciascuno potrà scegliere in autonomia i luoghi da visitare e costruire il proprio itinerario.

Per accedere ai giardini è necessario iscriversi su www.cittadellerose.com o presso l’infopoint di viale Alfieri 11 aperto dal martedì al venerdì dalle 17 alle 19, il sabato dalle 9.30 alle 12.30 e il 20.21 e il 22 maggio l’ufficio sarà aperto dalle 9 alle 19.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette