24/05/2022

ROVIGO

Opere pubbliche dimenticate in Polesine

Un convegno tra sindaci a Rovigo per parlare della questione

07/05/2022 - 11:23

ROVIGO - “Polesine: opere dimenticate”. È questo il titolo scelto del secondo appuntamento di incontri organizzato dalla Fondazione Italiani per l’Italia e il Centro Studi “A corto di idee...Mai”, tenutosi nel tardo pomeriggio di ieri all’hotel Regina Margherita. Presenti Luca Bellotti e Renzo Marangon, oltre a diversi sindaci del Polesine quali Antonio Laruccia, primo cittadino di Trecenta, Fabiano Pagaiani, sindaco di Ficarolo, Sondra Coizzi, sindaco di Occhiobello e Luigi Viaro sindaco di Lendinara.

Sondra Coizzi ha voluto concentrare l’intervento su due nodi da sciogliere, e cari, per il comune altopolesano: “L’ormai ex outlet di Occhiobello e le sue vicissitudini ha portato ad un’ammanco sull’ordine del milioni di euro, mentre la tangenziale che porta a Santa Maria Maddalena, assolutamente funzionale, ma è costata 4 milioni di euro da dare alle ditte che si sono occupati dei lavori”.

Successivamente il primo cittadino di Ficarolo Fabiano Pigaiani ha espresso la volontà di vedere completata la Valdastico che, in principio doveva arrivare fino a Ficarolo passando per Trecenta, una volontà citata anche dal primo cittadino di Trecenta Antonio Laruccia. Infine, Luigi Viaro sindaco di Lendinara ha parlato dell’importanza di concentrarsi sulle soluzioni e nell’aspetto fondamentale del fare squadra per il territorio, soprattutto per quanto riguarda le tante risorse disponibili con il Pnrr.

Nei prossimi incontri che si terranno prossimamente verranno toccati temi come quello delle modalità per l’efficacia della Zls e la “strana” alleanza che ha portato all’elezioni di Enrico Ferrarese come presidente della Provincia di Rovigo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette