18/05/2022

ROVIGO

Gener’Azione, la Chiesa sostiene i Neet

Un progetto di inclusione per riattivare il capitale sociale

07/05/2022 - 15:18

ROVIGO - "Gener’Azione. Affiancare i Neet per riattivare il capitale sociale" è il progetto sostenuto e presentato da Don Andrea Varliero della parrocchia di San Bartolomeo apostolo di Rovigo, durante la conferenza stampa a Palazzo Cezza che si è svolta questa mattina, sabato 7 maggio.

"La vocazione della Chiesa è quella di essere da sempre vicina alle persone - esordisce don Andrea - e questo progetto ponte di aiuto e sostegno, rivolto specialmente ai giovani più fragili, ci sta particolarmente a cuore".

Tale progetto, promosso dalla parrocchia di San Bortolo, in coordinamento con altre realtà territoriali, intende essere una risposta a tanti giovani e adulti nel tempo della post-pandemia, che faticano a trovare - e ritrovare - un inserimento nel mondo del lavoro e della società. È un progetto “di soglia”, un ponte di accompagnamento umano e professionale verso le istituzioni costituite per il mondo del lavoro. I Neet - acronimo di Not in Education, Employment or Training - infatti, sono quella fascia di popolazione di età compresa tra i 15-29 anni che non è né occupata né inserita in un percorso di istruzione o di formazione e che per questo va "ascoltata e seguita anche se il grido di allarme non perviene". 

Il progetto è stato riconosciuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del Bando "Welfare 2021" di inclusione sociale. Tra gli altri, sarà presente Fausto Merchiori, consigliere di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette