20/06/2021

Le restrizioni

Bar chiusi per 56 giorni: "Così ci mettono in ginocchio"

I locali non potranno riaprire prima di maggio. I titolari: "Siamo demoralizzati, non se ne può più. E mancano i ristori"

ROVIGO - I locali resteranno chiusi, in tutto, per otto settimane: 56 giorni consecutivi, dall’8 marzo scorso, quando il Veneto ha detto addio alla “zona gialla” per entrare in arancione, al 2 maggio prossimo. Sì, perché con l’annuncio da parte del governo che le “zone gialle” non saranno ripristinate prima del 30 aprile (che poi vuol dire 3 maggio, contando i due giorni del ponte di inizio mese) per i locali polesani si annuncia una lunga quaresima: bar e ristoranti fino ad allora potranno infatti lavorare soltanto per asporto.

E i giorni di chiusura no stop, a questo punto, diventano ben 56, sperando che poi - a maggio - non ci siano altre restrizioni. Un’enormità, se consideriamo che ormai da un anno i pubblici esercizi lavorano a singhiozzo. “Siamo alla disperazione”, dicono infatti i titolari dei bar del Polesine. E, se le cose andranno avanti così, molti non reggeranno l’urto delle nuove restrizioni. Il rischio è che tanti locali, anche quando finalmente si potrà, non riapriranno più.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette

Come preparare la tuma al miele
#IORESTOACASA... E CUCINO

Come preparare la tuma al miele