02/12/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Cosa pensano le persone di chi in ogni caso non si farà vaccinare contro il Covid?

Ecco le opinioni dei cittadini rodigini

ROVIGO - Vaccino anti-covid: cosa pensano le persone di chi in ogni caso non si farà vaccinare contro il Covid? È un argomento di attualità che divide la popolazione in due parti, anche se le persone con cui abbiamo parlato questa mattina sono tutte favorevoli al vaccino. Ecco i loro commenti:

Stefano pensa che sia una scelta personale, che il vaccino sia utile: "Anche se credo ci sia del business sotto, ma una persona deve essere libera di scegliere secondo la propria coscienza, non è giusto renderlo obbligatorio, dev'essere una scelta consapevole di ciò che viene iniettato".

Enrico al contrario pensa che dovrebbe essere obbligatorio, che lo stato dovrebbe imporlo a tutti soprattutto ad anziani e chi abita con loro: "Quelli che non vogliono farlo sono persone che non hanno ancora capito cosa succede in tutta Italia e nel mondo, dovrebbero capire che andrebbe fatto per il bene di tutti".

Renato lo definisce un fatto personale: "C'è un certo atteggiamento di prudenza per queste cose, c'è chi è sempre stato abituato al vaccino, in particolare quello antinfluenzale, chi invece non lo ha mai fatto e quindi è scettico. Ma nel momento in cui ci sono tutte le garanzie credo sia inopportuno non adattarsi a questa possibilità che ci mette al riparo da tutti i rischi."

Italo trova che, come per tutte le novità, c'è sempre un po' di diffidenza iniziale: "Tutti aspetterebbero volentieri di vedere come va a finire e poi casomai se lo farebbero. Comunque siamo tutti in attesa di questo vaccino, non volerne sapere è come minimizzare la gravità della situazione."

Per Antonella il vaccino è importante ed è giusto che abbiano deciso di inizare dalle fasce più deboli e dal personale sanitario: "I vaccini non mi stanno proprio tanto simpatici, però in un'emergenza del genere è il caso di pensarci. Ognuno deciderà per sè, ma alla fine ci toccherà farlo a tutti."

Enrico pensa sia stupido: "È stupido anche pensare che il covid non esista, ci sono persone che pensano che sia una cosa solo pubblicizzata, ma io lo vivo in prima persona, la mia compagna lavora in pronto soccorso e purtroppo ho qualche amico che l'ha avuto perciò so cosa vuol dire. È vero che ci sono tanti asintomatici, ma è vero anche che la malattia esiste ed brutta e pericolosa. Qualora sarà disponibile sarò il primo a farlo, lo approvo al 100%".

Matteo crede invece che ci vorrebbe un po' più di informazione:"Le persone dovrebbero imparanoiarsi meno per eventuali complotti di cui si sente parlare, informarsi e credere di più alla medicina".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

Come preparare i ravioli del plin
#IORESTOACASA... E CUCINO

Come preparare i ravioli del plin