29/03/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Due i conventi in quarantena, sale a 17 il numero dei contagiati totali

Compostella: "Questo periodo di crescita dei contagi durerà ancora un paio di settimane. È fondamentale ridurre i contatti sociali"

ROVIGO - Ci sono 2 nuovi casi di polesani positivi, che aggiunti ai 15 fino ad ora riscontrati fa salire a quota 17 il numero totali di contagi nel nostro territorio. A comunicarlo il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana. Uno dei nuovi contagiati è un religioso di Rovigo, slegato quindi dal convento di Lendinara. Ma aveva partecipato anche lui all'evento nel padovano. È in isolamento così come l'intero convento. Il padre è del '53". In Polesine, dunque, allo stato attuale abbiamo due conventi isolati, uno a Lendinara e ora anche quello di Rovigo. 

"L'altro soggetto positivo è un uomo del Mediopolesine del '64, conferma che il virus colpisce tutte le età. Non è ancora completato il percorso dell'origine del contagio. Presenta una sintomatologia modesta. Il 18 marzo uno di questi dovrebbe terminare la quarantena e se il tampone che gli faremo al termine dell'isolamento sarà negativo avremmo il primo guarito del Polesine. Questo periodo di crescita dei contagi durerà ancora un paio di settimane per questo ribadisco l'invito ai cittadini a seguire e rispettare con impegno e vigore le norme prescritte per quanto siano fastidiose o impattanti. È fondamentale ridurre i contatti sociali. Stiamo attivando dei servizi di consegne a domicilio, stamane ho sentito Federfarma tramite il presidente Galante per attivare un servizio di consegna a domicilio di farmaco".

È costante e precisa nell’emergenza l’attività dell’Unità Operativa Malattie Infettive, ma l’Ospedale di Rovigo viene attrezzato in questi giorni con nuove aree destinate alla cura dei pazienti affetti da coronavirus: le attività ordinarie sono garantite ma l’Azienda ulss 5 sta rimodulando spazi e tempi degli accessi ambulatoriali, soprattutto per le attività di chirurgia programmata e ambulatoriale del San Luca di Trecenta che viene ridistribuita sugli Ospedali di Rovigo e Adria in questi giorni: come è stato detto, i prelievi del sangue e l’esecuzione dell’elettrocardiogramma su prenotazione, per garantire la massima sicurezza degli operatori e dei pazienti. "Ricordo che la situazione è in divenire, e questa Azienda possiede la forte flessibilità per organizzare spazi, attività e personale in maniera tale da prestare la massima attenzione ai pazienti colpiti dal coronavirus", conclude il direttore Compostella.

Ecco il bollettino polesano.
Numero complessivo dei residenti Ulss 5 posti in isolamento domiciliare e sorvegliati dal 21 febbraio 2020: 495

Numero dei residenti ULSS 5 in Isolamento domiciliare e Sorveglianza attiva in data odierna: 235

Numero dei residenti ULSS 5 che terminano l'Isolamento domiciliare e la Sorveglianza attiva in data odierna (compresa): 21

Numero di soggetti sottoposti a TAMPONE per ricerca SARS-CoV-2: 143
- in ATTESA di esito 1
- con esito NEGATIVO 125
- con esito POSITIVO 17

Status dei soggetti con tampone positivo:
- Ricoverati 6
- Dimessi e in isolamento domiciliare e sorveglianza attiva 11

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

Come preparare gli gnocchetti sardi
#IORESTOACASA... E CUCINO

Come preparare gli gnocchetti sardi