14/08/2020

NO TAV

Anche Rovigo chiede libertà per Nicoletta

"È un accanimento verso il movimento intero". Questa mattina i manifestanti sono scesi in piazza Vittorio con striscione e megafono

ROVIGO - Federazione Polesana di Rifondazione Comunista, oggi, è scesa in piazza per chiedere la libertà di Nicoletta Dosio, attivista No Tav di 73 anni, che lo scorso novembre è stata condannata, assieme ad altri 12 compagni, per una manifestazione di protesta pacifica davanti a un casello autostradale, avvenuta nel 2012.

"La Procura di Torino, ancora una volta, ha dato dimostrazione dell'ossessione repressiva contro il movimento No Tav" afferma Diego Foresti, Federazione Polesana di Rifondazione Comunista, riprendendo le parole di Maurizio Acerbi, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, e Ezio Locatelli, segretario Federazione di Torino.

"È inaudito e intollerabile che Nicoletta di cui tutti conoscono dignità, coerenza, animo pacifico sia stata tradotta in carcere sia stata tradotta in carcere. La sua unica colpa, imperdonabile, al pari di molti altri attivisti denunciati o arrestati nel corsi di questi mesi e anni, è di essere irriducibilmente No Tav, di continuare ad anteporsi alla realizzazione di un'opera affaristica, inutile, dissipativa di colossali somme di denaro pubblico. La lotta contro il Tav non si fermerà".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

Come preparare i ravioli del plin
#IORESTOACASA... E CUCINO

Come preparare i ravioli del plin