10/08/2020

I.CONSULTING

Danno biologico: com'è e come calcolarlo

Danno biologico: com'è e come calcolarlo

Per prima cosa occorre capire cosa è il danno biologico spiega Infortunistica .

Definiamo danno biologico “la lesione dell’integrità psico-fisica della persona”, dovuta nel caso specifico ad un incidente stradale. Questa tipologia di danno, cui consegue normalmente un risarcimento per lesioni personali, può essere cagionata da vari fatti ed eventi.

In questi casi, comunque, non è facilissimo fare una valutazione puntuale del danno biologico che provoca invalidità al danneggiato. Occorre attenersi a criteri di liquidazione di fonte giurisprudenziale, che si basano sulle tabelle redatte presso i principali tribunali (Roma e Milano).

I criteri stabiliti da fonte legislativa riguardano invece il danno biologico relativo alle lesioni micropermanenti.

 Cosa sono le lesioni micropermanenti? Quelle che vengono definite micropermanenti sono lesioni lievi, che comportano un risarcimento per lesioni personali di importo limitato, e provocano un’invalidità permanente classificabile tra uno e nove punti di invalidità in base alle tabelle del danno biologico. In ambito di Infortunistica Stradale, le lesioni micropermanenti, danno diritto al risarcimento del danno per la lesione temporanea o permanente dell’integrità psico-fisica. Se a causare la lesione micropermanente è stato un sinistro stradale che vede coinvolti solo 2 veicoli si può richiedere risarcimento direttamente alla propria assicurazione (tramite la procedura di indennizzo diretto).

Lesioni macropermanenti In ambito di Infortunistica Stradale, il risarcimento danni alla persona viene liquidato in maniera più esaustiva per quelle che vengono definite lesioni macropermanenti o gravi. Rientrano in questa casistica tutte le lesioni con un punteggio di invalidità permanente superiore ai 9 punti Per il calcolo del risarcimento per lesioni personali inerente a questa tipologia di danno, si utilizzano le tabelle elaborate dal Tribunale di Milano.

In conclusione, spiegano i tecnici di Infortunistica Stradale, se l’invalidità permanente è inferiore al 9% (micropermanenti) si useranno le tabelle di cui all’art. 139 del Codice delle Assicurazioni (DLGS 209-2005), se invece, il danno da risarcire è superiore, si useranno le tabelle del Tribunale di Milano. In tutti i casi, sarà l'esperienza e la perseveranza del tuo patrocinatore a fare la differenza.

Maggiori informazioni su Infortunistica Consulting

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette