22/05/2022

Venezia

Covid, 1,8 milioni di euro dalla Regione Veneto per la pesca in acque interne

E' stato approvato il bando regionale per le imprese di pesca attive nelle acque interne

Covid, 1,8 milioni di euro dalla Regione Veneto per la pesca in acque interne

13/04/2022 - 17:06

VENEZIA - La Giunta regionale del Veneto su proposta dell’assessore regionale alla Pesca, Cristiano Corazzari, ha approvato un bando dedicato alle imprese di pesca attive nelle acque interne per un valore complessivo di 1.838.324 euro, di cui il 50 per cento in quota Feamp (919.162 euro) il 35 per cento di quota nazionale-fondo di rotazione (643.413,40 euro) il 15 per cento di cofinanziamento regionale (275.748,60 euro) nell’ambito del Piano Finanziario Feamp 2014-2020.

Dopo i ristori già stanziati per sopperire alle perdite subite a causa dell’emergenza Covid per le attività di pesca nelle acque marittime (1.723.430 euro) e per l’acquacoltura (2.118.272 euro) ora è il turno dei ristori per le attività nelle acque interne. Il requisito è l’iscrizione all’Anagrafe del Settore Primario e aver subito l’arresto temporaneo delle attività di pesca tra il 1° febbraio e il 31 dicembre 2020 come conseguenza dell’epidemia di Covid-19. C’è tempo 60 giorni per presentare le domande attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (Siu) della Regione del Veneto.

“La crisi provocata dal Covid ha colpito duramente il settore della pesca – commenta Corazzari – con questo bando siamo al fianco dei pescatori, lavoratori di un settore importante per l’economia del nostro territorio e sentinelle preziose per la tutela di un ambiente fragile come quello dello spazio lagunare”.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette

"Siamo la capitale dei pomodori": 600 ettari d'oro rosso
CONFAGRICOLTURA ROVIGO

"L'oro rosso è qui da noi!"