08/07/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"La prevenzione è rimasta la nostra unica arma, teniamo alta l'attenzione"

L'appello dell'epidemiologo, Vincenzo Baldo

"Non dimentichiamo che questo virus ci ha fatto male. Non caliamo l'attenzione"

MARGHERA - Vincenzo Baldo, epidemiologo membro del comitato scientifico regionale, ordinario di Igiene e Medicina Preventiva all’Università degli Studi di Padova è l'ospite d'onore della conferenza stampa di oggi del presidente Luca Zaia. 

"La prevenzione è rimasta la nostra unica arma - spiega - Cose che noi igienisti diciamo tutti gli anni da tempo. Per poter fare un piano di prevenzione importante serve l'apporto di tutti i colleghi. Il dibattito scientifico è ancora aperto sulla virulenza del coronavirus. Guardando i dati mi sembra che sia chiaro che il virus c'è ancora. Ecco perché non dobbiamo ridurre l'attenzione nei confronti di un virus che ci ha fatto male. E non poco. Tornerà in autunno? Beh, è un coronavirus e come tutti i coronavirus, così ci dice l'esperienza, potrebbe avere la capacità di nascondersi d'estate e tornare in autunno. Ma è anche vero che assomiglia molto alla Sars che è scomparsa da sola. Non riesco a fare previsioni, potrebbe anche tornare ma in forma meno virulenta. Lo vedremo. Ecco perché non possiamo calare l'attenzione. In questa estate non dobbiamo dimenticare quello che ha fatto il virus, sapendo che potrebbe tornare".

"Assembramenti in spiaggia o in piazza? Beh, se c'era un positivo lo scopriremo fra 14 giorni, bisogna essere obiettivi. Mettete la mascherina".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette