03/07/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"Ecco le linee guida per la riapertura delle case di riposo"

A presentarle oggi l'assessore Lanzarin e il governatore Zaia che ha fatto un appello: "Ora riaprite le strutture, gli anziani hanno bisogno di vedere i parenti"

51505

Anziani

MARGHERA - Durante la consueta conferenza stampa dalla sede della Protezione civile di Marghera, il presidente della Regione Luca Zaia, insieme all'assessore regionale alla sanità, Manuela Lanzarin, ha presentato le nuove linee guida per la riapertura delle case di riposo della regione, alle visite ai parenti e ai nuovi anziani presi in carico. "Noi oggi presentiamo delle linee guida che facilitano le visite - spiega Zaia - faccio un appello alle strutture: ora riaprite perché gli anziani hanno bisogno di vedere i parenti".

"L'ordinanza, che contiene solo ed esclusivamente queste linee guida parte da oggi fino a nuova data - spiega l'assessore Lanzarin - Le linee guida sono riferite alle case di riposo ma anche a tutta l'offerta extraospedaliera sociosanitaria, disabili, salute mentale dipendenze e minori. I punti principali per le strutture per anziani. I nuovi accessi: se è un ospite che arriva da casa farà il tampone, entra in struttura deve essere collocato isolato dagli altri per 14 giorni e dopo ripete il tampone. Per l'accesso da pronto soccorso dalla struttura (ovvero venivano dalla struttura e sono andati in pronto soccorso): al rientro in struttura entra normalmente senza isolamento perché ha già seguito i percorsi specifici in ospedale. L'anziano che entra dopo il ricovero in struttura sanitaria: viene preso in carico da una struttura intermedia dove farà il periodo di isolamento".

"Per quanto riguarda invece l'entrata per gli ospiti disabili, minori, psichiatrici o nelle strutture per le dipendenze, fanno il tampone, aspettano l'esito del tampone a casa o in una zona isolata e poi entrano normalmente senza attendere i 14 giorni - continua l'assessore - Le regole per le visite sono uguali per tutti, sia anziani che altri ospiti: ci vuole la prenotazione obbligatoria, ingressi limitati, massimo due persone per ospite per 30 minuti; mascherina chirurgica per famigliare e ospite, preferendo incontri all'aria aperta o in luoghi dedicati diversi dalla degenza. Per i servizi semiresidenziali ora i gruppi possono essere gruppi fino a 10 persone, non più cinque come prima. Tutti i soggetti ospiti che entrano a qualunque titolo faranno il tampone prima di entrare, sia per le comunità semiresidenziale che residenziale".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette