05/06/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

Vengono operati di tumore con il coronavirus, Zaia: "Doppio successo della sanità veneta"

Il commento del governatore Zaia all'équipe dell'ospedale di Treviso

chirurgia[1].JPG

VENETO - “Sappiamo bene che l’emergenza coronavirus non è finita, che bisognerà combattere ancora, ma notizie come quella che arriva dall’Ospedale di Treviso fortificano la fiducia nel futuro e dimostrano che, in Veneto, la sanità e tutti i sanitari non si arrendono. Mai. Non lo hanno fatto nemmeno il prof Zanus e tutti i medici della IV Chirurgia del Cà Foncello con i quali mi complimento, come emblema di un intero sistema sanitario”. Lo dice il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commentando il doppio successo ottenuto all’Ospedale di Treviso, dove, in piena emergenza coronavirus, tre pazienti, colpiti da Covid-19 e malati di gravi forme tumorali che richiedevano un intervento urgente, sono stati operati con successo appena riaperte le sale operatorie (dal 4 maggio), hanno superato brillantemente l’intervento, e sono poi guariti anche dal virus.

 “Un doppio successo contro il cancro e contro il coronavirus negli stessi pazienti – aggiunge Zaia – non è cosa da tutti, ed è riuscita in un ospedale veneto. Non è un caso, così come nulla sarà lasciato al caso fino a che Covid 19 non sarà completamente debellato”.

“Siamo e resteremo pronti a ogni evenienza – conclude il Governatore – spingiamo sulla ricerca e sulle sperimentazioni e non arretreremo di un centimetro sul fronte delle dotazioni strutturali e tecnologiche. Ad esempio, resteranno attive le migliaia di posti letto delle terapie intensive e subintensive. Spero sempre più vuoti, ma sempre pronti a lottare per una vita”.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette