25/05/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"Dalla Regione servono aiuti per gli stagisti, grandi dimenticati dell'emergenza"

L'appello lanciato dal gruppo di consiglieri regionali del Pd

114821

VENETO - "Tra le vittime economiche del coronavirus ci sono anche migliaia di stagisti, i cui tirocini extracurriculari sono stati sospesi senza remunerazione: la Regione intervenga per garantirgli un sostegno, come avviene altrove". La denuncia, unita alla richiesta di aiuto, arriva dalla consigliera del Partito Democratico Anna Maria Bigon, che ha presentato un’interrogazione sottoscritta dai colleghi Graziano Azzalin, Andrea Zanoni e Francesca Zottis. 

"Tantissimi giovani sono tornati a gravare interamente sulle loro famiglie, oltre a veder compromesso un rapido ingresso nel mondo del lavoro. È una situazione finora passata sottotraccia, ma secondo i dati ministeriali in Veneto si svolgono mediamente 40.575 tirocini extracurricolari l’anno, attività su cui le Regioni sono competenti in maniera esclusiva, che tra fine febbraio e inizio marzo sono stati sospese senza remunerazione o addirittura interrotte".

"Ovviamente - aggiunge Bigon - è un fenomeno che non riguarda solo il Veneto, però in alcune Regioni si sono già attivate per fornire delle misure di sostegno al reddito. Emilia-Romagna, Lazio, Toscana, Valle d’Aosta, e parzialmente anche la Calabria, hanno deciso di erogare somme tra i 400 e i 600 euro per stagisti e tirocinanti che hanno dovuto sospendere le loro attività, senza possibilità di poterle proseguire in smart working. La Giunta Zaia ha intenzione di fare altrettanto?".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette