27/05/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

Nelle ultime 24 ore sono stati dimessi in 56

Il bollettino regionale sull'andamento del contagio nella nostra Regione

Coronavirus, quarto morto in Veneto

MARGHERA - Il presidente della Regione Luca Zaia, come al solito, ha aggiornato la stampa e i Veneti, dal comando di Marghera della Protezione civile del Veneto, sull'andamento del contagio. 421.673mila i tamponi totali, 11mila in più rispetto alla giornata precedente; 5503 le persone in isolamento, 270 in meno; i positivi sono 18618, 65 in più, un incremento in calo costante e derivanti da un numero di tamponi pari a circa 11mila euro; 910 i ricoverati, 831 in area non critica; 79 le persone in terapia intensiva, con una diminuzione di 8 unità; i dimessi sono 2882, un aumento di 56 rispetto alle 24 ore precedenti. I morti sono 1243 in ospedale 1627 in totale, contando anche quanti sono morti all'esterno degli ospedali, con un aumento di 8 in ospedale, più 38 complessivamente.

"E' una situazione assolutamente positiva - spiega Zaia - ma, purtroppo, arrivano tante segnalazioni di persone che lamentano comportamenti diffusi assolutamente non in regola. Dovete portare la mascherina. Ci sono tante persone in giro senza mascherina, significa che ancora non si è capita la gravità. Purtroppo la colpa è dei tanti complottisti, delle persone che dicono che non c'è nulla, in realtà, che la mortalità è calata rispetto all'anno scorso. Questo non è vero".

"Il rischio di tornare indietro è sempre presente - ha detto ancora il presidente - Bisogna assolutamente usare la mascherina".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette