24/09/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"Servono telelavoro, bonus babysitter e riapertura delle animazioni estive"

Queste le richieste della Cisl in una petizione a favore dei genitori che devono tornare a lavorare, ma hanno i figli a casa

Aiuto alle famiglie: il Comune blocca tariffe dei nidi e del trasporto scolastico

VENETO - La Cisl Veneto ha lanciato una petizione al Presidente della Regione Veneto ed ai parlamentari veneti, che è stata favorevolmente accolta dalla Cisl territoriale di Padova Rovigo e rilanciata della FNP Cisl Padova Rovigo, sindacato pensionati. Oggetto della petizione è la necessità di affrontare la progressiva ripresa dell’attività produttiva, che mette in difficoltà molti genitori con i figli a casa da scuola. I pensionati Cisl sono particolarmente sensibili a tale argomento, perché per tante famiglie diventano i babysitter dei nipoti e questo diventa un grosso problema, considerando che le persone over 65 sono le più esposte ai rischi di contagio.

Tra le proposte il rinnovo dei congedi parentali e del bonus baby-sitting, incentivi alle aziende che mantengono il lavoro agile per i lavoratori con figli sotto i 12 anni, l’apertura dei centri estivi, sostegni economici ai lavoratori genitori, utilizzo delle risorse europee per sostenere la nuova conciliazione. Per FNP Cisl "riprendere il lavoro in sicurezza vuol dire pensare al futuro ed i figli e i nostri nipoti sono il futuro".

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette