02/06/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

“Le continue ordinanze di Zaia fanno solo confusione, serve un confronto tra Regione e sindaci"

Così il Partito Democratico alla Regione

Azzalin: “Autonomia, fregatura doppia”

Graziano Azzalin, consigliere comunale di Rovigo

ROVIGO - “Subito un tavolo di concertazione tra Regione e sindaci per fare chiarezza sui provvedimenti da adottare per la fase 2 e stoppare così la confusione dettata dalle ordinanze del presidente Zaia”. A chiederlo è il Partito Democratico che ha presentato un ordine del giorno, primo firmatario il consigliere Graziano Azzalin e sottoscritto da tutto il gruppo, nel corso della seduta odierna dedicata alla variazione di bilancio.

“Gli show quotidiani del governatore, attento all’emergenza quanto alla propria campagna elettorale, rischiano di creare maggiori problemi di quanti si propone di risolvere. Venerdì 24 è stato l’ennesimo esempio: l’annuncio di un’ordinanza, entrata in vigore un paio di ore dopo, sulla riapertura di gelaterie, take away e specialmente cimiteri, con i sindaci all’oscuro di tutto e assediati dalle richieste dei cittadini che si sono presentati davanti ai cancelli. E, ancora oggi, non sappiamo se è possibile recarsi esclusivamente al cimitero del proprio comune di residenza o altrove. Lo stesso Zaia è dovuto intervenire per chiarire alcuni punti dell’ordinanza, ammissione implicita di un provvedimento scritto in fretta e male. A protestare, tra i tanti, il sindaco di Venezia Brugnaro, non certo un iscritto al Partito Democratico. E anche il prefetto di Venezia Zappalorto ha espresso più di una perplessità, ipotizzando pure l’illegittimità di alcune disposizioni presenti nelle ordinanze regionali”.

“L’uomo solo al comando non funziona - concludono i consiglieri dem - perché poi sono i sindaci a dover fare i conti con i problemi concreti: per questo crediamo sia indispensabile e irrimandabile la creazione di un tavolo istituzionale che stabilisca regole certe e chiare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette