29/05/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"La spiaggia quest'anno? Tutti vicino a casa, a distanza di sicurezza e al chiosco con la mascherina"

Ecco come il governatore Zaia immagina la stagione turistica alle porte

"La spiaggia quest'anno? Tutti vicino a casa, a distanza di sicurezza e al chiosco con la mascherina"

MARGHERA - "Come mi immagino la stagione turistica e le spiagge? Tutta questa emergenza è come farsi la barba. La prima volta ti tagli, anche la seconda, e poi cominci a non farti male più. Così abbiamo fatto con il coronavirus. Ora dobbiamo rasarci senza farci male, perché abbiamo scoperto che può fare male. Immagino ombrelloni distanziati, bagni in mare distanziati, ma mascherina per andare al chiosco dove i posti dovranno essere distanziati. Ma sicuramente non con i box in plexiglass. Auspichiamo che le vacanze quest'anno siano a chilometro zero. Montagna, mare, lago, anche in Polesine e in tutte le bellissime zone del veneto", sono le parole del presidente Luca Zaia al lavoro per realizzare un piano per il turismo sicuro nelle nostre spiagge.

"Apertura delle scuole in ritardo? Ho letto che qualcuno l'ha detto. Bene mi pare una buona idea se può dar respiro al turismo. Ma non dimentichiamoci che ci sono delle famiglie che devono gestire i figli. Non diamolo per contato"

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette