27/05/2020

VENETO

Fermati in auto di notte: erano in sei, con due bambini

I Carabinieri hanno denunciato il conducente che li ha aggrediti. Sanzioni agli altri perché circolavano senza giustificato motivo

Fermati in auto di notte: erano in sei, con due bambini

VICENZA - Denunciati quattro moldavi che, a bordo della stessa auto, nella notte tra venerdì e sabato scorsi, senza giustificato motivo hanno aggredito i carabinieri minacciandoli e insultandoli. Lo scrive Il Giornale di Vicenza.  E' successo tutto dopo la mezzanotte di venerdì scorso a Rosà. I militari dell'Arma della stazione di Rosà hanno fermato un'automobile con a bordo quattro adulti e due neonati, tutti moldavi. Il conducente, 25enne domiciliato a Bassano, già sanzionato a marzo per non aver ottemperato alle normative anticontagio, portava nell'auto una ragazza bassanese di 27 anni, e altre due persone, entrambe residenti in Moldavia, in Italia per vacanza. Prima riferivano di essere "andati da amici", poi di "cercare una farmacia".

Una volta condotti al comando dei Carabinieri di Rosà, il conducente ha iniziato a minacciare i carabinieri con frasi molto pesanti, cercando di provocare la reazione dei militari. Gli è stata contestata una sanzione amministrativa di 750 euro, mentre ad ogni passeggero veniva contestata la sanzione di 373 euro. Il conducente è stato denunciato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Tutti sono stati denunciati per false attestazioni e sanzionati per soprannumero di persone in autovettura e trasporto bambini senza alcun sistema di sicurezza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette