02/06/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"Le restrizioni funzionano e il contagio è rallentato. Bisogna continuare a stare a casa "

Il Governatore Zaia: "Questo fine settimane parlerò col governo e confermerò le restrizioni"

Coronavirus, il governo "blinda" con l'esercito le zone colpite

MARGHERA - "Le restrizioni stanno funzionando. Il contagio è stato rallentato di quattro giorni rispetto al modello matematico che, invece, una decina di giorni fa sfioravamo quotidianamente". Lo ha detto il presidente della Regione Luca Zaia, nel corso del quotidiano appuntamento con la stampa. Questo significa che il numero di contagiati che si registrano oggi, secondo il modello matematico citato, si sarebbe registrato già quattro giorni fa. Un dato buono, ma che non deve assolutamente fare tirare un sospiro di sollievo, ha proseguito il presidente.

"Anzi: si deve continuare a stare a casa. Questo fine settimane parlerò col governo e confermerò le restrizioni. Mi spiace per i Veneti, che sono stati bravi, sinora, ma devono continuare a stare a casa. E si devono usare anche tutte una serie di cautele che non mi stancherò mai di ripetere: evitate i contatti umani. Mi spiace darvi una suggestione negativa, ma devo: quando vedete una persona, pensate che può essere quella che vi manda in terapia intensiva. Quando vedete una persona, pensatevi già col tubo in bocca".

Sul fronte delle terapie intensiva, una cautissima fiducia: se la curva del contagio verrà mantenuta a questi livelli, osservando le restrizioni, i posti letto attrezzati con respiratore dovrebbero bastare. Cruciale, comunque, sarà, anche questa volta, il fine settimana, nel corso del quale si dovrebbe continuare ad osservare tutte le restrizioni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette