27/05/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"Rallentato il contagio: continuate a restare a casa"

Si vedono i primi risultati dei provvedimenti restrittivi adottati nel nostro Paese e nella nostra Regione

47947

Luca Zaia

MARGHERA - 18.895 persone in isolamento, 7497 positive al coronavirus, 1874 ricoverate, 338 in terapia intensiva, 536 dimesse e 313 decedute. Questi i dati, a livello veneto, diffusi dal presidente della Regione Luca Zaia, dall'inizio dell'epidemia di coronavirus, diffusi nella mattinata di venerdì 27 marzo. "La situazione per me rimane preoccupante - ha spiegato Zaia - Le ordinanze restano confermate, dal momento che siamo convinti che questo isolamento stia dando risultato. Rispetto al modello matematico che avevamo, abbiamo rallentato la diffusione del contagio di tre giorni".

"Vi prego di continuare a restare a casa - ha proseguito il governatore - di uscire unicamente per le ormai famose necessità inderogabili. Il contagio esiste ancora e siamo di fronte a una tragedia. Se siamo riusciti a rallentare il contagio è unicamente grazie ai nostri sforzi per acquisire dispositivi per salvare la vita delle persone e al fatto che i veneti abbiano rispettato le indicazioni che abbiamo fornito. E' determinante mantenere le restrizioni".

"Tante persone ci dicono che hanno bisogno di uscire, perché stanno ingrassando - prosegue Zaia - In questo momento, ve lo devo dire, c'è solo un posto dove si dimagrisce: in Terapia intensiva, ed è meglio non finirci". Zaia ha quindi confermato la disponibilità a utilizzare servizi che traccino gli spostamenti delle persone, nonostante la normativa sulla privacy. "Noi non vogliamo ascoltare le vostre conversazioni - ha detto - ma verificare come si spostino le persone. Esistono droni che hanno la possibilità di misurare a distanza la temperatura delle persone".

Zaia si è quindi fatto interprete di un appello lanciato dai corrieri. "Mi segnalano - spiega - che tante persone continuano a comprare online vere e proprie 'monate', non necessarie in questo momento. Evitate, è solo una maniera per aumentare il rischio e lo spostamento delle persone".

Poi, un passaggio sulla crescente assunzione di personale sanitario: siamo, dato aggiornato alle 12.30 di venerdì 27 marzo, a un totale di 564, dei quali 123 medici, 239 infermieri e 156 oss.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette