03/07/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

“Dopo il via libera del Governo serve l'azione tempestiva della Regione”

Il capogruppo Fracasso e i consiglieri Azzalin, Bigon, Pigozzo, Sinigaglia, Zanoni e Zottis intervengono compatti sulla questione

Bimbi no vax fuori da scuola

VENEZIA - “In videoconferenza ogni giorno il gruppo del Partito Democratico si riunisce per ascoltare e raccogliere i bisogni di operatori e cittadini. Dall’incontro di questa mattina è emersa la necessità di chiedere alla Regione un’azione veloce e concreta nei confronti delle scuole paritarie, una peculiarità del sistema formativo veneto. Il Governo ha dato un segnale con il Cura Italia che ha sbloccato le risorse. Ma è solo il primo passo”. È quanto afferma in una nota il gruppo consiliare del Partito Democratico con il capogruppo Stefano Fracasso e i consiglieri Graziano Azzalin, Anna Maria Bigon, Bruno Pigozzo, Claudio Sinigaglia, Andrea Zanoni e Francesca Zottis.

Finalmente gli istituti potranno contare su quei finanziamenti attesi da tempo e adesso più che mai indispensabili. Nei giorni scorsi le associazioni del settore hanno ribadito le gravi difficoltà e sollecitato ulteriori misure straordinarie per far fronte a questa drammatica emergenza, con le attività sospese e senza l’incasso delle rette. ora è importante non perdere tempo e garantire una rapida distribuzione dei finanziamenti. L’altra novità prevista dal Cura Italia riguarda la possibilità per le scuole paritarie di accedere alla richiesta della cassa integrazione, come stavano chiedendo da qualche settimana. Un doveroso segnale di attenzione per un settore che in Veneto svolge un ruolo fondamentale, dagli asili nido fino alle scuole secondarie, con quasi 1.400 istituti in tutta la Regione. Questa è una delle richieste e istanze che porteremo all’interno delle prossime Commissioni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette