28/11/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

Lo Spisal ha controllato 1085 aziende, nessuna chiusa per inadempienza

Ecco i primi dati dei controlli straordinari delle varie Ulss della Regione Veneto

101190

Tecnici dello Spisal (foto d'archivio)

ROVIGO - 1085 aziende controllate, per un numero totale di 108.856 lavoratori, tra il 20 e il 24 marzo: sono questi i dati più recenti disponibili per quanto concerne l'attività degli uffici Spisal, ossia destinati a valutare la sicurezza sui luoghi di lavoro, di tutte le azienda sanitarie del Veneto.

I controlli, in piena emergenza coronavirus, si sono focalizzati sul rispetto della distanza di sicurezza, sulle dotazioni di gel disinfettante per le mani, di disinfettanti per le superfici, della adozione di apposita cartellonistica che informi delle disposizioni relative al coronavirus.

A oggi, il responso, ha spiegato l'assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin, è ampiamente positivo: nessuna delle aziende è stata chiusa e tutte, ha riferito Lanzarin, si sono celermente adeguate alle prescrizioni fornite dal personale dello Spisal.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette