31/03/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"I nostri frutteti sono a rischio"

L'allarme lanciato dal presidente di Coldiretti Carlo Salvan: "Per ore stanno sottozero: danni seri anche in Polesine"

"I frutteti per ore sottozero: danni seri anche in Polesine"

ROVIGO - L’improvviso abbassamento delle temperature, che sono scese anche di molti gradi sotto lo zero per oltre 10 ore, ha provocato gelate estese nei campi coltivati anche nella nostra provincia. Pesanti i danni quantificati stamattina alle prime luci del sole dai nostri soci sulle piante da frutto, soprattutto le precoci. Pesche, albicocche e tutte le altre piante precoci sono finite sotto il gelo, comprese le primizie dell’orto.

“La temperatura, stanotte, è scesa in media a -2 – puntualizza il presidente Carlo Salvan – ma in alcune zone, in base alle correnti, si sono sfiorati i -4 gradi. Per il momento sulle piante tardive non si vedono segni di danni; per i kiwi si potrà vedere l’effetto di questo maltempo tra qualche giorno. Siamo molto preoccupati per pesche e albicocche, perché questo problema si aggiunge a tutti gli altri che già abbiamo, uno di quelli che non va dimenticato è la cimice asiatica. Per fare una valutazione più precisa degli effetti di questa gelata è necessario attendere qualche giorno”.

È inoltre on line il supporto sperimentale e gratuito dell’Arpav: A.N.gela realizzato dal Servizio Agro-Biometeorologico che consente di ricevere sul proprio telefonino l’sms che da informazioni previsionali riguardanti le gelate tardive. Basta registrarsi al sito www.arpa.veneto.it/cmt/agrometeo/tabellaDati.html per avere informazioni sull’evolversi della situazione. Coldiretti Veneto ricorda che ricorrere alle assicurazioni con polizze multirischio e ai servizi messi in campo dai Consorzi di Difesa dalle avversità atmosferiche è sempre determinante per fenomeni di questo tipo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette