10/07/2020

VENETO

Coronavirus, Fincantieri chiude il polo di Porto Marghera

Due settimane di chiusura e ferie forzate per il cantiere veneziano dove lavorano moltissimi cavarzerani

Coronavirus, Fincantieri chiude il polo di Porto Marghera

VENEZIA - Fincantieri chiude gli stabilimenti di Porto Marghera, dove sono moltissimi i cavarzerani che lavorano, per due settimane perché non riesce a garantire le condizioni minime di sicurezza previste dall'Istituto superiore di sanità per l'arginamento del contagio da Coronavirus. Tutte le maestranze sono in ferie forzate. La decisione è stata presa oggi, venerdì 13 marzo, dal colosso della cantieristica, visto che l'85% dei lavoratori del cantiere veneziano aveva aderito allo sciopero di otto ore proclamato a causa dell'emergenza coronavirus. Lo scrive La Nuova Venezia.

L'adesione - secondo fonti sindacali di Fiom-Cgil e Fim-Cisl - ha riguardato i dipendenti di Fincantieri ma anche le imprese in sub appalto. Lo sciopero era stato annunciato giovedì, senza la firma del sindacato di categoria della Uil, dopo che già in mattinata era scattata l'astensione di due ore di lavoro al termine di ogni turno. Le rappresentanze sindacali unitarie lamentano la mancanza delle garanzie di sicurezza sanitaria come previsto dall'ultimo Dpcm su Coronavirus. La decisione aziendale di chiudere gli stabilimenti, costringendo i dipendenti alle ferie forzate, è stata contestata da Cisl e Cgil, che invece hanno chiesto la cassa integrazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette