06/07/2020

VENETO

Coronavirus, Zaia: "Via la zona rossa per le province venete"

Il governatore veneto manda le controdeduzioni al decreto firmato nella notte da Conte

Coronavirus, Zaia: "Via la zona rossa per le province venete"

VENEZIA - Scontro aperto tra la Regione Veneto e il Governo: il governatore Luca Zaia, dopo la firma di stanotte del dpcm da parte del premier Giuseppe Conte, ha inviato a Roma le controdeduzioni dell'Unità di Crisi del Veneto, chiedendo che le province di Padova, Venezia e Treviso vengano stralciate dalla zona rossa. La Regione Veneto, quindi, dice "no" alla creazione delle tre zone di isolamento previste. E nelle controdeduzioni inviate a Roma, il comitato tecnico scientifico di supporto all'Unità di crisi aveva chiesto "lo stralcio delle 3 province di Padova Treviso e Venezia dal decreto". Tanto più che già nella mattinata di ieri lo stesso Zaia aveva inviato la richiesta a Conte di "liberare" Vo' Euganeo. A fronte di cluster circoscritti, riferendosi a Vo' Euganeo, "e che non interessano in maniera diffusa la popolazione generale, non si comprende - è scritto nelle controdeduzioni - la ratio di una misura che appare scientificamente sproporzionata all'andamento epidemiologico".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette