04/07/2020

SANITA'

"Negli ospedali deve esserci anche l'alternativa vegetariana"

La richiesta arriva dai tre consigliere regionali Bartelle, Guarda e Ruzzante

Domani medici in sciopero garantite le emergenze

Castelmassa, oggi alle 10, darà l'addio al medico Giorgio Cabianca

ROVIGO - "Un numero sempre maggiore di persone sceglie la dieta vegetariana, si tratta di una abitudine alimentare riconosciuta ed accettata dalla società civile tanto che ormai quasi tutti i ristoranti offrono anche pietanze vegetariane". E' l'esordio dell'intervento dei consiglieri regionali del Coordinamento Veneto 2020 Patrizia Bartelle (Italia in Comune), Piero Ruzzante (Liberi e Uguali) e Cristina Guarda (Civica per il Veneto) .

"Per questo motivo abbiamo deciso di deposi­tare una mozione per impegnare la Giunta Regionale a garantire che  i servizi di ristorazione di tutti gli ospedali veneti prevedano una valida alternativa vegetariana. Sappiamo bene - spiegano - che quando la dieta di un paziente è parte integrante del suo trattamento terapeutico gli aspetti sanitari sono preminenti, tuttavia, quando la dieta del paziente è libera, l'ospedale dovrebbe assicurargli la possibilità di mantenere le proprie abitudini alimentari vegetariane anche durante la degenza ospedaliera".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette