Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

veneto open

“Bravi, è il successo del territorio”

Casellati: “Esempio di sinergie fra le eccellenze del Polesine”. In finale Van Uytvank ha battuto Sara Errani

“Bravi, è il successo del territorio”

GAIBA - Con la vittoria in finale di Van Uytvank su Sara Errani è calato il sipario sugli Internazionali Wta 125 su erba naturale di Gaiba e il bilancio è entusiasmante. Una settimana di sport, eventi, sinergie e condivisioni che hanno reso protagonista un intero territorio. Entusiasmante l’aspetto sportivo, sui campi in erba di Gaiba si sono affrontate atlete di caratura internazionale, entusiasmante anche e soprattutto sotto il profilo del riscatto di un territorio che ha saputo affrontare, con un obiettivo comune, le oggettive difficoltà di un’organizzazione di questo genere; entusiasmante per la genesi di questo torneo, nato con un’idea apparentemente visionaria e lanciato e rilanciato negli anni dai responsabili del locale Tennis club con il suo presidente Elia Arbustini in testa. Il migliaio di persone presenti alla finale lo ha ampiamente testimoniato, la scommessa è stata vinta, Gaiba e il suo Tennis club, adesso, sono al centro del mondo del tennis. E l’ospite d’onore di questa indimenticabile giornata non poteva non essere un’alta carica dello Stato, esattamente la seconda, legata profondamente alla terra polesana.

E' arrivata a Gaiba Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato della Repubblica, accolta dal prefetto, dalle autorità civili e militari, dal presidente della Provincia di Rovigo Enrico Ferrarese, dai rappresentanti di Regione Veneto, da tanti sindaci e salutata dall’applauso degli sportivi e dalle magistrali esecuzioni della fanfara dei Carabinieri. E il saluto della Casellati ha indicato chiaramente il valore della giornata: “Questa manifestazione - ha affermato la Presidente del Senato - è l’esempio della straordinaria sinergia che si è realizzata fra le eccellenze di questo territorio. E parlo dell’incrocio che c’è stato tra lo sport, l’imprenditoria che dà corpo al sogno di tanti giovani di poter investire sul proprio futuro. Ed allora io vorrei fare i miei complimenti di cuore al sindaco, anzitutto, alla Regione Veneto, alla provincia di Rovigo, agli industriali, a Confindustria, ai parlamentari. Insomma, qui, a questo progetto, hanno lavorato tutti. Le istituzioni, le associazioni, tutte le realtà che hanno dato voce a questo territorio. Questo ha un significato profondo, significa che quando si sta tutti insieme si possono realizzare cose straordinarie”.

Il saluto della presidente Casellati ha preceduto la finale del singolare femminile che ha visto protagoniste la testa di serie numero 1 del torneo, la belga Van Uytvanch contro l’italiana Sara Errani. Purtroppo per la portacolori azzurra il pronostico è stato rispettato e la belga si è aggiudicata il torneo con il punteggio di 6-4, 6-3. Niente da fare dunque per Sara Errani, comunque beniamina del pubblico locale e apparsa in un ottimo stato di forma, l’erba non è esattamente la sua superficie di riferimento, ma alla fine ha firmato autografi col sorriso in volto. Nella stessa mattinata si è disputata anche la finale del torneo di doppio che ha visto prevalere la coppia statunitense Brengle - Liu sulle georgiane Diatchenko - Kalashnikova in due set, 6-4, 6-3.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy