Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

GAIBA

Le star del tennis sono arrivate!

Torneo da sogno, dopo Wimbledon c'è solo Gaibledon

Il “Veneto Open Internazionali Confindustria Venezia e Rovigo” sta arrivando, le date da segnare sono quelle dal 13 al 19 giugno, per un evento che non ha eguali, al Tennis club Gaiba, e che si candida ad essere uno degli eventi tennistici più importanti a livello internazionale in Italia e l’unico che si disputa su erba naturale.

A “Gaibledon” si disputerà il primo torneo WTA125 in Italia su erba naturale, anche grazie all’aiuto di partner come Confindustria Venezia Rovigo e ai diversi sponsor che si sono impegnati a sostenerlo, come il title sponsor del singolare, la “Clinica odontoiatrica Biscaro Poggio”, e del doppio “Maison Sucrée”, oltre agli sponsor tecnici Dunlop e Australian.

Alle finaliste verrà inoltre consegnato un trofeo in edizione unica realizzato dai Maestri Vetrai di Murano. Nella giornata finale del torneo, il circolo avrà l’onore di ospitare la Presidente del Senato della Repubblica italiana Maria Elisabetta Alberti Casellati, che premierà le finaliste.

Non dimentichiamoci poi che sono già al lavoro per rendere tutto unico un centinaio di volontari, tra soci del club e appassionati di tennis, che si sono messi a disposizione inviando la propria candidatura al circolo.

Purtroppo non ci sarà come era stato annunciato la ex numero 5 del mondo, la canadese Eugenie Bouchard, che sotto consiglio medico ha dovuto spostare il suo rientro alle competizioni. Le wild card sono dunque andate a quattro giocatrici italiane: Cristiana Ferrando (n. 253), Lisa Pigato (n. 401), Melania Delai (n.525) e Matilde Paoletti (n. 970). E per vedere come si comportano le atlete italiane sarà a Gaiba anche Tathiana Garbin, la ex portacolori italiana con un best ranking di numero 22 al mondo, oggi capitana della squadra della Billie Jean King Cup, che ha staccato il pass per le fasi finali della manifestazione previste dall’8 al 13 novembre.

Le prime quattro teste di serie sono la belga Alison Van Uytvanck (n.46), la statunitense Madison Brengle (n.56), l’italiana Lucia Bronzetti (n.72) e la statunitense Claire Liu (n. 74). Rispetto alla iniziale entry list alcune atlete hanno dato forfait o per infortunio o per positività al Covid. Esce di scena dal tabellone del singolare Martina Trevisan, vincitrice quest’anno del torneo WTA250 di Rabat e semifinalista al Roland Garros. Attuale numero 26 del mondo e numero 1 d’Italia, giocherà solo in doppio (assieme ad Elisabetta Cocciaretto) per un infortunio in allenamento, Martina però non vuole rinunciare ad iniziare la preparazione sull’erba che per lei inizia proprio qui a Gaiba. Nel tabellone sono tante le atlete italiane oltre alla Bronzetti e alle wild card: Elisabetta Cocciaretto (n. 117), Lucrezia Stefanini (n. 193) e Federica Di Sarra (n. 214). Presente anche Sara Errani attuale n. 181WTA con un best ranking da numero 5 del mondo. E’ la tennista italiana che ha vinto più di tutte con 36 titoli conquistati di cui 9 in singolare e 27 in doppio. Nel 2012 è stata finalista al Roland Garros e semifinalista agli Us Open, ha inoltre conquistato 3 Fed Cup con la nazionale italiana. E’ stata anche numero 1 del mondo in doppio e insieme a Roberta Vinci ha vinto tutte le prove del Grande Slam, diventando così la prima coppia italiana ad avere completato il Carrer Grand Slam (ovvero la vittoria di tutti e quattro i tornei dello Slam almeno una volta) e la quinta coppia in assoluto ad avere vinto più Slam (5) nella storia del tennis femminile.

Tra le atlete che potrebbero mettersi in luce ci sarà anche Diane Parry (n. 82 del mondo e 6 del seeding), la diciannovenne francese si è messa in luce al Roland Garros per aver eliminato al rimo turno la detentrice in carica del titolo, ovvero Barbora Krejcikova. Esordirà a Gaiba contro Lisa Pigato. In campo subito al primo turno un match tutto italiano tra Elisabetta Cocciaretto e Federica Di Sarra. A gestire il torneo saranno il direttore del torneo Fabio Morra, il supervisor Roberto Ranieri, il referee Massimo Morelli, il chief of umpire Giuseppe Furer. Non ci saranno giornate di qualificazione, si partirà subito lunedì 13 giugno alle 12 con il main draw.

Gaiba entra nella storia del tennis perché sarà il comune più piccolo del mondo ospitante un evento del calendario WTA (Women’s Tennis Association), in un panorama globale di tornei del circuito maggiore che vedono le città metropolitane come sede. Per chi non potesse partecipare dal vivo alla manifestazione da venerdì a domenica gli incontri del campo centrale si potranno vedere sul canale Eurosport 2 (disponibile su Sky, Dazn e TimVision) e anche in live streaming su discovery+; mentre da lunedì a giovedì, sempre i match del centrale, saranno disponibili in streaming sul canale YouTube Gaibledon.

L’ingresso sarà libero nelle prime giornate di gare (con prenotazione obbligatoria), sarà previsto invece un biglietto nelle ultime tre giornate quelle di venerdì – sabato e domenica. Per acquistare i biglietti è disponibile un apposito link nel sito dedicato al torneo www.venetopen.com (modalità vivamente consigliata). Ci sarà anche un Welcome point allestito al circolo in via Alcide De Gasperi n. 15 a Gaiba, che potrà vendere gli eventuali biglietti rimasti, ma solo con carta di credito o bancomat. Il costo del biglietto intero sarà di 15 euro, ridotto per ragazzi dai 12 ai 18 anni 5 euro, gratuito per under 12, disabili e accompagnatori, al prezzo si deve aggiungere il costo della prevendita. Nel caso di appassionati che facciano parte di un tennis club, è possibile acquistare carnet da 5 o 10 biglietti, validi per la data scelta, ad un prezzo speciale: 5 biglietti 70 euro, 10 biglietti 120 euro, più costi di prevendita. 

“Prende finalmente il via un evento che da subito abbiamo colto con favore, intravvedendo una grande opportunità per il Polesine - spiega Paolo Armenio, vicepresidente di Confindustria Venezia - Rovigo - Grazie a un gioco di squadra collettivo, proprio come nello sport, ognuno ha portato il proprio contributo per arrivare a concretizzare un’intera settimana di attività di alto livello. Questo percorso di impegno e collaborazione ha permesso al nostro territorio di crescere e nei prossimi giorni consentirà di avere la visibilità che merita grazie ai seguiti in presenza e televisivi”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy