Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

rugby

Il Battaglini abbraccia l'azzurro

Gli appassionati hanno risposto "presente" dopo un'attesa lunga 10 anni

Il Battaglini abbraccia l'azzurro

Lo stadio Battaglini

ROVIGO - Una grande festa Azzurra, e rossoblù, al “Battaglini”. Il grande rugby è andato in scena nella serata di venerdì 10 giugno sul prato del campo centrale, palcoscenico della Femi Cz Rugby Rovigo Delta vicecampione d’Italia 2021/2022. In questa occasione si sono affrontate, infatti, la Nazionale Italiana Emergenti opposta all’Olanda davanti ad un nutrito pubblico, come da premesse visto che già in prevendita erano stati venduti oltre 300 biglietti.

L’attesa dell’azzurro, al “Battaglini”, è stata lunga (ben dieci anni) e per questo motivo l’ambiente è stato particolarmente caldo e non solo per le alte temperature. Rovigo ha risposto presente, anzi più che presente, viste le tantissime persone assiepate sugli spalti pronte a godersi lo spettacolo. E fin da ben prima il calcio d’inizio della partita, programmato alle 20, la gente ha iniziato a circondare il “Battaglini” con un “terzo tempo” anticipato per poi entrare e prendere il proprio posto sui seggiolini.

Poco prima delle 20 le squadre sono entrate in campo e hanno preso posto al centro ed è arrivato il turno dei rispettivi inni nazionali. Prima quello olandese e, successivamente, le prime note dell’Inno di Mameli e lì il pubblico ha accompagnato gli Azzurri a cantare a squarciagola le parole del nostro inno. Dopo l’urlo finale per darsi la carica i giocatori delle due compagine si sono schierati in campo, il XV dell’Italia da una parte e il XV dell’Olanda dall’altra. E il pubblico in attesa del fischio dell’arbitro che ha segnato il via ad 80’ che i presenti non dimenticheranno tanto facilmente.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy