09/05/2021

Pallacanestro femminile

Quinta di fila, ma la Solmec fatica

La Solmec Rhodigium Basket batte 65-56 il Pietribasi Marano Vicentino

Solmec, pokerissimo, ma che sofferenza

ROVIGO - Quinto successo di fila per la Solmec Rohodigium Basket contro la Pietribasi Marano Vicentino, 65-56, che mantiene il ruolino di marcia immacolato, anche se la prestazione non è stata per nulla convincente. La Solmec deve rinunciare a Ferri, ai box per un piccolo incidente domestico, e al suo posto in quintetto entra Simona Sorrentino. L’inizio sembra il preludio di una serata tranquilla (10-2 dopo 3’) ma Marano non demorde e, complice una difesa “allegra” della Rhodigium, rientra pienamente in partita. Turri suona la carica ma le avversarie rispondono colpo su colpo. Dopo 10’ le rosso-blu sono avanti di due con 18 punti subiti, un’enormità per la miglior difesa del campionato. Alla ripresa del gioco dopo il canestro del pareggio, la Solmec piazza un break di 12-2 con Sorrentino scatenata (11 punti nel quarto) che realizza da ogni posizione per il 32-22 Rhodigium ma le vicentine, nettamente cresciute rispetto al match di andata, non mollano la presa e rimangono in partita. Coach Pegoraro ruota la squadra per tenere elevata l’intensità ma Ballarin & Co. non riescono a prendere il largo.

Dopo la pausa lunga il copione non cambia ed addirittura Marano arriva al -1 (41-42) con una monumentale Baron, talentuosa guardia, classe 2003 che realizza nel quarto ben 10 punti. Nel finale di quarto la tripla di Carla Veronese riporta la Solmec avanti di cinque (48-43). Ad inizio ultimo quarto Ballarin segna l’unico canestro della sua partita che sommato a due liberi di Sorrentino aumenta il vantaggio a 9 punti. Gasparella trova cinque punti in fila e riporta le sue a -4 (48-52) ma la Rhodigium si scuote e aumenta di molto l’intensità difensiva che frutta un mega parziale di 13-2 per il massimo vantaggio di 15 punti (65-50) con la vittoria ormai al sicuro. Nel finale esordio in campionato per Arianna Venturi e Irene Marchetti, classe 2005, prodotto del vivaio rodigino.

Ora occorrerà ripartire dall’atteggiamento difensivo visto nel quarto finale per affrontare al meglio l’insidiosissima trasferta in Alto Adige contro il Basket Rosa Bolzano che nel fine settimana ha avuto la meglio sul quotato Basket Montecchio Maggiore. Per la prima volta una insoddisfatta coach Pegoraro commenta il match: “intanto faccio i complimenti a Marano, dai primi di marzo ha fatto un miglioramento tecnico e di atteggiamento encomiabile. Non posso dire lo stesso delle mie atlete. Questa partita mi lascia l’amaro in bocca per moltissime cose: la poca concentrazione e la poca intensità viste in campo mi fanno assolutamente suonare un campanello di allarme. Se noi pensiamo di essere una squadra forte e delle giocatrici forti vengono fuori prestazioni insufficienti. Se noi scendiamo in campo come la squadra operaia e intensa che siamo anche dopo aver vinto 5 partite consecutive allora torniamo a giocare come sappiamo”. “Nessun dramma, la squadra è giovane, ed è normale che ci siano questi cali, sia per i risultati ottenuti, sia perché venivamo da 17 giorni di stop tra Pasqua e turno di riposo. Da martedì con lo staff tecnico troveremo il modo migliore per riprendere concentrazione e intensità”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette